Come posso partecipare a fa bene ?

 

Condividere l'iniziativa fa bene! Significa infatti attivare processi di welfare generativo che rimettono le persone al centro delle loro comunità di riferimento permettendo a famiglie in stato di momentanea difficoltà di concorrere in maniera attiva alla creazione di benessere collettivo a fronte di cibo fresco e di qualità ricevuto in dono.

 

 

Ti piace l’iniziativa? Ecco come partecipare:

Chiedi informazioni al gazebo fa bene dove gli animatori di mercato sapranno illustrarti il progetto oppure rivolgiti al referente fa bene della tua Casa del Quartiere coinvolta nel progetto. Potrai partecipare:

  • sul mercato donando parte della tua spesa presso i banchi che espongono la locandina fa bene oppure consegnandola direttamente al gazebo fa bene. Avrai così contribuito a dare la possibilità alle famiglie inserite nel progetto di consumare cibo fresco e di qualità.
  • donando parte del tuo tempo diventando un volontario fa bene che si occuperà dell'animazione e logistica di mercato o delle attività di animazione territoriale. Diventerai così tu stesso protagonista del progetto moltiplicando, grazie al tuo aiuto, il valore delle azioni fa bene per le famiglie e la comunità del tuo quartiere.

... e dove finiscono le donazioni ?

A fine giornata le donazioni, insieme alle eccedenze alimentari dei banchi offerte dai mercatali, verranno raccolte dagli animatori di mercato fa bene. Essi stessi si occuperanno di comporre i pacchi in base alle esigenze alimentari delle famiglie inserite nel progetto. I pacchi verranno ritirati in giornata da parte delle famiglie presso il centro di distribuzione associato al loro mercato di riferimento.

Tutta la logistica di mercato è curata utilizzando bici cargo all'insegna della sostenibilità ambientale.

Impatto dell'iniziativa

  • Aderire all’iniziativa significa dare valore alle persone, al cibo e all’ambiente.
  • Le famiglie coinvolte nel progetto si sono impegnate attraverso la firma di un patto di restituzione a contribuire con tempo e passione in azioni di volontariato all’interno del territorio.
  • fa bene  promuove pratiche di spesa solidale all’interno dei mercati rionali, favorisce azioni di inclusione e coesione sociale, pratiche di scambio e cooperazione all’interno delle comunità locali.
  • Trasformare il cibo invenduto in donazioni per le persone in difficoltà consente di ridurre l’impatto che le eccedenze alimentari avrebbero sull’area mercatale: a fine giornata, infatti, esse finirebbero per aggiungersi alle cause di inquinamento della piazza che ospita il mercato.