La Recyclerie di Parigi, da stazione a esempio di economia sociale e solidale

  • home
  • /
  • News
  • /
  • La Recyclerie di Parigi, da stazione a esempio di economia sociale e solidale

Un luogo che ha fatto del recupero, del riuso e della trasformazione la sua filosofia. 

È la Recyclerie, un’ex stazione dei treni nel quartiere di Glignancourt di Parigi che nel 2014 è diventata una fattoria urbana incentrata sull’economia circolare.

Ma questo esempio di spazio recuperato e trasformato in un luogo molto bello in una delle città più affascinanti del mondo non è solo una fattoria urbana: la Recylerie infatti, dalla sua fondazione ad oggi, si è ben presto trasformata in un luogo di condivisione, svago, scambio ed educazione. 

Al suo interno ci sono un bar-ristorante, un laboratorio dedicato al recupero, al riuso e alla creatività, un pollaio, un orto di 400 metri quadri che non serve solo per preparare i pasti dei clienti, ma è anche visto come un luogo di relazione per il vicinato e di educazione.

Tanto che lo spazio ha anche una biblioteca con oltre 200 libri dedicati esclusivamente al tema della sostenibilità e dell’economia circolare e tra i tanti progetti ci sono anche video e podcast che educano al tema e al cibo buono, sano, stagionale e di qualità.

La Recyclerie abbraccia la filosofia “zero waste” e sul suo sito tiene traccia della quantità di chili di rifiuti valorizzati, di verdure prodotte e di oggetti riparati e non buttati.

La struttura organizza visite per scoprire i suoi progetti e valori, si collega alle iniziative della città sui temi della sostenibilità, organizza laboratori per insegnare a vivere con meno spreco e più attenzione all’ambiente.

Un esempio di come l’economia sociale e solidale, che si connette al suo territorio, possa generare profitto e benessere per tutti.

Leave a Comment

sing in to post your comment or sign-up if you dont have any account.

2 × 1 =